Case Study sulla città di Torino realizzato attraverso l’approccio GaWC

Città-globali-le-città-leader-del-mondo-in-cui-investireAutore del lavoro candidato: Piero Ciracì

SINTESI CONTENENTE UNA BREVE DESCRIZIONE DEL LAVORO SVOLTO E DEI RISULTATI OTTENUTI: Questo case study sulla città di Torino si propone di realizzare uno studio attraverso l’approccio GaWC, ossia il network delle città globali, e l’approccio infrastrutturale, cioè i collegamenti fisici (autostrade, ferrovie, porti e aeroporti), che collegano la città di Torino con altre città globali italiane ed estere. Gli anni presi in esame sono il 2000, il 2010 ed il 2012. In questo case study diventa quindi evidente come la città di Torino è collegata con le città globali italiane ed estere, e soprattutto i campi in cui più facilmente si sono intrattenuti collegamenti. L’utilizzo del paradigma infrastrutturale, ossia di un metodo più classico per l’analisi socio economica delle connessioni geografiche tra contesti urbani, pone un confronto che mette in evidenza come il metodo empirico dell’approccio GaWC possa risultare adeguato ad individuare i collegamenti che scaturiscono tra le città globali e nazionali. Per la realizzazione dell’articolo si è partiti da un’analisi ampia, comprendente la sua storia, le peculiarità che hanno contraddistinto il suo sviluppo, e l’evoluzione classica della città di Torino. In questa analisi l’approccio GaWC ha evidenziato la sua validità confermandosi come un nuovo metro di misura capace di descrivere ed analizzare i nuovi contesti di sviluppo, caratterizzati da dati spesso immateriali e liquidi.