Dalla pianificazione strategica alle smart cities

imagenes_meetinpoint_smart-city_2b637ab6Autore del lavoro candidato: Piero Ciracì

SINTESI CONTENENTE UNA BREVE DESCRIZIONE DEL LAVORO SVOLTO E DEI RISULTATI OTTENUTI: Questo lavoro di ricerca, maturato nella stesura della tesi magistrale, ha voluto mettere in evidenza le differenze insite nei processi di pianificazione strategica rispetto al nuovo paradigma proposto dalle smart cities. In particolare viene analizzato come la nuova filosofia smart viene spesso confusa dalle nostre amministrazioni locali e nazionali come un’ulteriore fase di pianificazione strategica. In realtà la differenza tra questi due modi di intendere lo sviluppo dei territori è ravvisabile nella loro stessa definizione, in cui i processi di pianificazione strategica tendono alla realizzazione di uno scopo, mentre lo sviluppo in chiave smart rappresenta un processo in itinere che non può mai definirsi concluso date le continue evoluzioni tecnol ogiche. Riconoscere questa differenza può permettere uno sviluppo più concreto dei territori passando dal concetto di smart cities a quello di smart region, il cui volano di sviluppo è dato dalla conoscenza approfondita delle specializzazioni presenti in un territorio per lo sviluppo di una strategia di crescita vincente, ovvero la smart specialization strategy.

 

Annunci