Sfruttamento di risorse lunari e marziane per missioni spaziali

nasa-mars-mission-012-7dee121bf36510d406e4a5e32b5f7d4e4Autore del lavoro candidato: Prof. Giacomo Cao

SINTESI CONTENENTE UNA BREVE DESCRIZIONE DEL LAVORO SVOLTO E DEI RISULTATI OTTENUTI:
I risultati della ricerca condotta nell’ambito del progetto COSMIC finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana e coordinato dal professor Giacomo Cao si possono sintetizzare in due brevetti nazionali, due internazionali e numerose pubblicazioni e comunicazioni a congressi nazionali e internazionali. L’attività svolta, a cui hanno partecipato ricercatori dell’Università di Cagliari del CRS4 e del Consiglio Nazionale delle Ricerche, oltre ad alcune piccole e medie imprese tra cui la COREM Srl, si riferisce allo sviluppo di nuovi processi e tecnologie che possono contribuire allo svolgimento di future missioni umane su Luna, Marte e Asteroidi con riferimento ai paradigmi ISRU (In- Situ Resources Utilization) e ISFR (In-Situ Fabrication and Repair) di concezione NASA. Questi ultimi, con l’obiettivo di ridurre i costi delle future spedizione e di incrementare i tempi di missione, prevedono la necessità di dover sfruttare le risorse naturalmente presenti nei contesti extraterrestri citati al fine di ottenere gli elementi necessari alla sopravvivenza umana. La prima delle tecnologie sviluppate si riferisce alla produzione di elementi strutturali su Luna e Marte, attraverso lo sfruttamento del suolo naturalmente presente in tali corpi celesti, che consentono la realizzazione di strutture protettive soprattutto nei riguardi delle radiazioni cosmiche. La seconda ha invece per oggetto un processo che, impiegando il suolo e l’atmosfera marziana, consente l’ottenimento di tutte le sostanze necessarie alla sopravvivenza umana sul pianeta rosso

Annunci