Il gene DPAGT1 inibisce il miR-200c e promuove l’EMT nelle cellule del carcinoma squamoso del cavo orale.

rna

Autore del lavoro candidato: Giacomo Del Corso

SINTESI CONTENENTE UNA BREVE DESCRIZIONE DEL LAVORO SVOLTO E DEI RISULTATI OTTENUTI: L’iper-espressione del gene DPAGT1 nelle cell lines del carcinoma squamoso del cavo orale (CSO) è fortemente correlata con la progressione tumorale. In particolare il gene attiva i fattori di trascrizione che sono repressori della E –caderina e promotori dell’EMT (epithelial mesenchymal transition), in particolare ZEB1. I microRNA svolgono un ruolo essenziale nell’attivazione o soppressione dei geni, in particolare nello studio sui tumori, stanno acquisendo un ruolo sempre più decisivo nella regolazione genica a livello post-trascrizionale. Tuttavia, anche l’espressione dei miRNA può essere modulata dagli oncogeni o dai tumor suppressor genes. In questo contesto il presente lavoro ha vol uto indagare la relazione tra microRNA e la cascata di eventi iniziata dall’iperespressione del gene DPAGT1 nelle cellule tumorali di CSO che portano all’attivazione di fattori di trascrizione pro-EMT e ai marker della EMT. Il miR-200c è stato trovato inversamente correlato all’espressione del gene DPAGT1 e ai fattori di trascrizione, soprattutto ZEB1. Il gene DPAGT1 inibendo il miR-200c, attiva ZEB1 e manda la cellula in EMT. In conclusione il miR-200c è risultato avere un ruolo da tumor suppressor che potrebbe avere implicazioni terapeutiche nel bloccare la formazione di metastasi del CSO.

Annunci