Scoperta di un nuovo principio di estrazione solido-liquido (Principio di Naviglio) e relativa applicazione a processi industriali tramite l\’impiego del Naviglio Estrattore®.

homeAutore del lavoro candidato: Daniele Naviglio

SINTESI CONTENENTE UNA BREVE DESCRIZIONE DEL LAVORO SVOLTO E DEI RISULTATI OTTENUTI: La ricerca innovativa prende spunto dalla scoperta di un nuovo principio di estrazione solido-liquido (Principio di Naviglio) che è alla base del funzionamento del Naviglio Estrattore nei più svariati settori dell’industria (Cosmetica, erboristica, farmaceutica, alimentare etc.). L’enunciato del Principio di Naviglio è il seguente: “LA GENERAZIONE, CON OPPORTUNO SOLVENTE, DI UN GRADIENTE DI PRESSIONE NEGATIVO TRA L’ESTERNO E L’INTERNO DI UNA MATRICE SOLIDA CONTENENTE DEL MATERIALE ESTRAIBILE, SEGUITA DA UN REPENTINO RIPRISTINO DELLE CONDIZIONI DI EQUILIBRIO INIZIALI, INDUCE L’ESTRAZIONE FORZATA DEI COMPOSTI NON CHIMICAMENTE LEGATI ALLA STRUTTURA PRINCIPALE DI CUI E’ COSTITUITO IL SOLIDO”. L’estrattore innovativo denominato Naviglio Estrattore (o Estrattore Naviglio) applica dei cicli di pressione e depressione sul liquido estraente che è messo a contatto con la matrice solida vegetale, da cui vengono estratti con elevate efficienza e in tempi brevi (rispetto alla macerazione convenzionale) i principi attivi. Questo processo viene attualmente impiegato da un modesto numero di aziende erboristiche, cosmetiche, alimentari e omeopatiche.

Annunci