Chemi-sensore a base di grafene per il rilevamento di parti per miliardo di NO2 operante a temperatura ambiente

Fig10GrafeneAutore del lavoro candidato: Filiberto Ricciardella

SINTESI CONTENENTE UNA BREVE DESCRIZIONE DEL LAVORO SVOLTO E DEI RISULTATI OTTENUTI: Il sensore realizzato presenta come mezzo attivo nanocristalli di grafene, un materiale estremamente innovativo dello spessore di un atomo. Il materiale, ottenuto da grafite in polvere, è prodotto attraverso l’esfoliazione chimica, una tecnica che sfrutta il processo sonico-chimico. Tale tecnica risulta economicamente vantaggiosa e permette la scalabilità della produzione del grafene, ottenuto sotto forma di inchiostro. Il dispositivo è ottenuto depositando pochi microlitri di grafene su un trasduttore in alumina con contatti interdigitati in oro. Il dispositivo così realizzato è in grado di operare in condizioni ambientali, in termini di temperatura, pressione ed umidità relativa. In queste condizioni, può raggiungere limiti di rilevabilità circa pari a 50 parti per miliardo di NO2, un gas inquinante presente nell’aria. Tale valore rappresenta un record per questo genere di sensori operanti in condizioni ambientali.

Annunci